“Quellochenontihodetto” di Nestor Piacenti

Il dolore, quando diviene canto d’agonia. Urlo. Bisogno di sfondare il muro poderoso del silenzio. Ma anche, il dolore,  quando è capace di divenire una muta nenia d’amore. L’amore più puro, vero e viscerale che possa trovarsi in natura e battere in un cuore.

Quello che non ti ho detto”. La musica, quando diventa sublimarsi di sentimenti. Un testo  meraviglioso quello del talentuoso maestro Piacenti, giovane voce partenopea che in precedenti suoi lavori, ha imparato bene a farsi strada nell’intricato dedalo delle Emozioni umane.

Una canzone questa sua, forte, decisa, ma anche sottile, poetica, che il tono del cantante – cantore dei sentimenti – fa arrivare  dritto al cuore e lo perfora, capace di rivoltarlo. Una canzone che è un’esperienza di vita, cucita sulla pelle. Un titolo che già da solo è promessa. Parole meravigliose, come perle, scelte con cura, ma non una cura maniacale di quelle scelte musicali, adoperate appunto per “arrivare dritto a …” ma una scelta che viene dalla pancia, la sua, un cumulo di sensazioni fortissime, come immergere le mani in un catino e tirarvi dal fondo un cuore, ferito, camminato, straziato. Un figlio, un padre, una storia d’amore che non finirà mai. E’ questo il grido, il grido di un giovane seduto dinanzi ad un pianoforte, che il brano, chiudendo gli occhi ci fa immaginare in penombra intento a suonare, tessendo fra le trame del bianco e del nero di quei tasti, la sua lettera più bella, così che possa giungere chiara all’orecchio di colui che ha amato e ama senza riserve, portandogli intatto il suo messaggio, parlandogli nel loro linguaggio, quello musicale.

Frasi che sono brividi “Tu ..ora dove sei? Sopra una nuvola.. in un sogno infranto o dentro i giorni miei?” …non c’è costruzione né artificio in questo testo che splende di luce propria, una luce che ha il colore dell’amore e l’avorio di una stella in più nel cielo. La stella di colui che certamente non sarà rimasto sordo dinanzi a cotanta dichiarazione d’amore, come tutti coloro che ascolteranno questo magnifico brano, capace di irrompere e far vibrare con la sua potenza le corde più recondite del cuore. Un grazie all’autore, davvero di cuore.

 

Monica Fiorentino

Published in: on ottobre 5, 2012 at 6:47 am  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://lilithf.wordpress.com/2012/10/05/quellochenontihodetto-di-nestor-piacenti/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: