Didio il corvo da un’ala sola

C’era una volta un piccolo corvo dalle ali nere e gli occhi di una cangiante tonalità viola scuro, di nome Didio.

Nato sano, l’uccello aveva perso un’ala in seguito ad un incidente in volo, e con un’ala sola scoprendosi ancora vivo e in grado di rialzarsi non si era mai perso d’animo “Un’ala mi si è spezzata!” gracchiava gemendo “Ma posso farcela! Posso ancora farcela! Tornerò a volare! Si, ci riuscirò! E’ così! Perché sono vivo!” si  faceva forza risollevandosi.

E dissimile dai suoi fratelli, che lo indicavano col nome di ‘diverso’ nutriva nel suo cuore il proprio grande sogno.

“Ma resterai per sempre con un’ala sola!” fece eco un giorno una voce sconosciuta alle sue spalle “Una sola! Ti resterà per sempre una sola ala! E non sarà facile! Volerai sgraziato e storto per sempre!” sottolineò “Farai fatica e sarà difficoltoso! Proverai vergogna e ti verrà di chinare il capo!”

“Ma sono vivo! E posso farcela! Anche con una sola ala! Nessuno ha detto che sarà facile! Ma io posso provare perché un’ala sana ce l’ho!”

“Si, perchè io ci riuscirò!” rincarava di rimando lui “Il tempo necessario per rialzarmi! E ce la farò! Anche con un’ala sola!”

“A suo Tempo!” era il suo unico e solo ritornello, la sua nenia, la sua sicurezza, fonte inesauribile di felicità, acqua pura per il suo cuore “E ce la farò!”

E cocciuto nulla riusciva a smuoverlo dalle sue convinzioni.

“E se non dovesse succedere? E se tu non ce la dovessi fare? E la tua ala da sola non riuscisse a bastare? Non ce la facesse a reggere?” gli chiesero i più curiosi.

“Questo non accadrà!” sorrise di rimando lui “Sarà difficile, ma non impossibile! Io ci credo! Reggerà!” ancora più sicuro, esercitandosi nel volo con tenacia – storpio –  muovendosi sbilenco, avanzando con sudore.

E una giorno, all’alba,  all’improvviso, voltando lo sguardo verso il punto in cui i campi si aprivano in due lunghi filari di more, il corvo percependo il proprio petto battere a mille, scorgendo i raggi del sole nascente carezzare in mille bagliori di luce le sue piume malconce, con movimenti insicuri, inspirò profondamente, e in un solo colpo spalancò l’unica ala sana di botto, facendo risplendere col suo luccicore l’aurora, sorridendo di gioia indicibile incrociando il canto dell’usignolo a svegliare il creato – giunto il suo Tempo – annunciando la sua felicità al mondo intero, facendo ondeggiare al suo passaggio in volo i lunghi girasoli d’oro:  Melodia d’amore di impareggiabile bellezza.   

Volando con un’ala sola.

 Monica Fiorentino

Published in: on aprile 13, 2012 at 5:25 pm  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://lilithf.wordpress.com/2012/04/13/didio-il-corvo-da-unala-sola/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: