Musica d’altri tempi – Una Mostra che ha il sapore del passato

Una Mostra d’altri tempi. Una Mostra attraverso la quale, tramite un percorso guidato fatto di stanze, luci soffuse, odori, ricordi, si può ripercorrere il passato tuffandosi nella musica, quella buona, e ritrovare nel suo linguaggio, intatte le melodie che in epoche trascorse parlavano al cuore senza filtro, arrivando fin nell’anima.

La Musica quella di una volta, quella d’altri tempi, quella con cui si esternavano Emozioni e Sensazioni senza doverne fare strettamente un uso commerciale. Quando dal petto le note che fuoriuscivano erano pulite e sincere, e coloro i quali le producevano, lo facevano senza risparmiarsi, entrando in quel mondo, quello delle sette note, divenendo parte di esso: carne e sangue.

Un’Esposizione di strumenti antichi dove è possibile perdersi nella bellezza di quelle apparecchiature rifinite con massima cura, dovizia di particolari, com’erano nei secoli passati, dove la moderna tecnologia non produceva ancora i suoni così artificiali, ma dove il legno, le corde, l’intarsio e la mano dell’uomo accompagnavano la voce del cantante e divenivano tuttuno con essa senza edulcorarla.

Biografie, abiti, drappi, spartiti, scene di teatro, musiche a far risuonare le stanze, in un’atmosfera davvero coinvolgente e a tratti commovente, perchè è nelle radici che si trovano le ali, e nel passato che si trova la musica del presente.

Uno scenario caldo e accogliente in cui i visitatori possono immergersi per il tratto dell’intera collezione – tre piani di viaggio nel passato – in un’esplorazione di quella che era la magia e l’alchimia della vera Arte.

Proiezioni, immagini di repertorio, pellicole d’epoca, e quattro  juke box – le vere perle – per coloro i quali si troveranno a passare per quelle strade lastricate di prezioso canto – come ben sottolinea il dipinto di un Ulisse che con corda e cera solca i mari del luogo tenendosi lontano dall’amaliante richiamo delle sue sirene – che sono il gioiello stesso dell’intera Mostra.

Quattro juke box al cui interno sono conservate le melodie più belle di coloro i quali hanno amato e cantato i luoghi più suggestivi della penisola partenopea, attraverso le modulazioni della propria voce dando anima e sfogo al cuore, uno scrigno d’emozione.

Sergio Bruni, cantante che entra nell’anima, innalzandolo, Salve d’Esposito, Domenico Modugno, Aldo Piacenti la cui musicalità ricorda il canto fresco di un usignolo, potente e capace di varcare il cuore attraverso l’orecchio anche acerbo, di chi della musica non fa il suo pane.

Emozioni in musica. Da visitare. Dal 21 gennaio 2012 al 04 marzo 2012 presso Villa Fiorentino. Sorrento.

Monica Fiorentino

The URI to TrackBack this entry is: https://lilithf.wordpress.com/2012/01/30/musica-daltri-tempi-una-mostra-che-ha-il-sapore-del-passato/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Aldo Pacenti era mio padre, sono emozionato al pensiero di trovarlo in una mostra dedicata alla musica…

    • Grazie infinite per aver aggiunto un commento … la Mostra è davvero bella … merita …🙂


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: