Sandokan. Una fiaba leggendaria

Un classico che è una Fiaba: il brivido dell’avventura, il mare, la magia, i tesori nascosti, le isole incontaminate, la dolcezza e la luce delle più romantiche storie d’amore di tutti i tempi, quelle che non conoscono confini.

Un Libro forte di una struttura magistralmente concertata:  “Il ciclo dei pirati della Malesia” raccolta dell’autore veronese,  Emilio Carlo Giuseppe Maria Salgari(Verona 21/08/1862 – Torino 25/04/1911).

Le pagine che hanno fatto conoscere al grande pubblico le gesta del mitico Sandokan, il pirata per eccellenza, che ha dettato i più bei capitoli della storia della letteratura italiana d’avventura.

Forte di un’emozionalità dalla radici antiche, fatta di gesti semplici, azioni eroiche, cuori impavidi e uomini pronti a tutto in nome di ideali quali l’amicizia e l’amore, trasportato dalla carta alla pellicola in tempi assai brevi, grazie al clamoroso successo dell’epoca, reso ancor più epico dalla superbe interpretazioni di un allora giovanissimo Kabir Bedi, che seppe dare volto e cuore al pirata dall’animo romantico e il carattere d’acciaio in maniera stupenda e ad una meravigliosa Carole Andrè che seppe dare una struggente interpretazione della sua Marianna lasciando gli occhi dei telespettatori grondanti di lacrime, trovare una ragione ad un successo così mondiale è impossibile.

Scritto con penna leggera e frizzante, carico di passione, di mistero, costellato  da una natura selvaggia e da paesaggi descritti come dei veri e propri dipinti, di Emilio Salgari corre voce che non abbia mai viaggiato oltre i confini e che come la leggenda vuole, e le riviste dell’epoca pubblicarono “Lui facesse saltare le sue tigri solo attraverso i fornelli della sua cucina”, un encomio per uno scrittore in grado di titolarne la grandezza in modo sublime.

Copiato, acclamato, spesso contestato, sicuramente osannato, Salgari vanta romanzi canonici e pubblicazioni apocrife dei suoi capolavori, come non è mai successo a nessun altro autore prima.

Un tuffo nella fantasia, nella fiaba, nella magia, nell’incanto: il Ciclo completo dei Pirati della Malesia, non lascerà deluso neppure il lettore più esigente in materia di avventura. Un sogno ad occhi aperti, titoli che non saranno mai più cancellati dalla memoria, un’Opera che vale la pena non farsi mancare dalla propria biblioteca, pietra miliare di valore inestimabile per adulti e bambini.

Che ha il suo inizio con “Le Tigri di Mompracen” nelle cui prima pagine si fa la conoscenza della misteriosa figura del giovane Sandokan: La vicenda inizia la notte del 20 dicembre 1849, quando un uragano si abbatte sull’isola di Mompracem, il capo dei coraggiosi pirati malesi, chiamati “Le tigri di Mompracem”, Sandokan ,è rimasto sveglio tutta la notte perché attende il ritorno di Yanez, l’inseparabile compagno di tante battaglie.
Yanez è il “fratellino bianco” di Sandokan; portoghese di nascita, di media statura e molto robusto, ha abbracciato la causa dei malesi contro gli oppressori inglesi e olandesi quando, anni prima, fatto prigioniero, era stato conquistato dal fascino guerriero della Tigre della Malesia Yanez porta notizie di lady Marianna Guillonk, figlia di un lord inglese e madre italiana i conosciuta come la Perla di Labuan per la sua pelle bianca come l’alabastro. Curioso di conoscere la bellissima fanciulla, Sandokan si scontra con un incrociatore britannico rischiando moltissimo: infatti, durante l’arrembaggio, viene colpito da una pallottola e, per non cedere ai nemici, si tuffa in mare …
Il resto è leggenda.

E’ fiaba.

 
La più bella mai esistita.

 Monica Fiorentino

Published in: on gennaio 18, 2010 at 5:46 pm  Lascia un commento  
Tags: , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://lilithf.wordpress.com/2010/01/18/sandokan-una-fiaba-leggendaria/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: